Teatro Romano di Catania

Situato tra via Vittorio Emanuele e via Teatro Greco fa parte del centro storico di Catania. Intorno alla fine del 1800 iniziarono gli scavi per riportarlo alla luce. La struttura è adiacente ad un secondo teatro, più piccolo, l’Odeon. Malgrado sia chiamato dalla cittadinanza “tiatru grecu” (teatro greco) e sia costeggiato dalla via Teatro Greco ciò che vediamo oggi è un monumento di epoca romana. Studi approfonditi e ritrovamenti durante gli scavi hanno appurato che molto probabilmente sotto l’attuale struttura ci fosse il vecchio teatro di epoca greca (V-IV secolo a.C.) e che solo successivamente, dal I al IV secolo d.C., avvenne la sua realizzazione sui resti del precedente (probabilmente a seguito dell’elezione a colonia romana di Catania, avvenuta per opera di Augusto). Arrivò ad ospitare fino a 7.000 persone.

Decenni di abbandono fecero sì che dei privati iniziassero a costruire in maniera spropositata e indecorosa attorno e sopra il teatro, perfino dei veri e propri vicoli tagliavano l’insediamento e parti dello stesso vennero adibiti come botteghe. Ci sono voluti anni per effettuare espropri e opere di ripristino; oggi si trova circondato da palazzi di recente costruzione (post 1693) tant’è che l’accesso al sito avviene inaspettatamente varcando il portone di uno di questi palazzi. La caratteristica che lo rende ancor più affascinante è legata alla scena del teatro; in età romana le acque dell’Amenano (successivamente coperto dall’eruzione del 1669) vennero convogliate all’interno del teatro per consentire spettacoli con giochi d’acqua e costruire così una scenografia suggestiva, di cui fortunatamente ancor oggi si può godere.

Scopri Catania

Siti di interesse architettonico

Siti di interesse naturalistico

Esperienze da vivere